Cibivagando

8 maggio 2014

Taverna del Verziere – Via dell’ospedale 25 – Montone (PG)

Mangiare bene in una terrazza d’incanto dove al buon cibo s’accompagna una vista delle dolci colline umbre così che si è quasi rapiti da un piacere  distensivo e ricco di emozioni. Intenso di sapore l’antipasto, un tortino di patate con scaglie di tartufo e formaggio fuso ma anche i crostini vegetali di Vittoria di ceci, pomodorini, olive e altre verdure…

leggi tutto..

“Trattoria alla Cima” in Via Cima a Valdobbiadene (TV)

Un fuori programma per gli impegni di Mario, il mio maestro di vino, con l’arredatore della sua nuova sala degustazione a Guia; e così in una serata fattasi improvvisamente fresca anziché programmare con lui le attività vinicole 2014 mangiando del buon salame casereccio e bevendo il suo prosecco, eccomi scendere dal furgone nell’aria resa spigolosa dall’odore del primo trattamento ai…

leggi tutto..

Agriturismo “Angeli biondi” a Fabro Scalo (TR)

Un posto incantevole affacciato su un declivio di ulivi e vigneti e un cura quasi maniacale negli arredi e negli addobbi delle stanze di un bell’edificio antico di mattoni. Colori tenui, luci discrete; peccato che nella sala da pranzo ci fosse un tavolo con tre uomini e una donna che abbiamo saputo poi essere australiani che facevano caciara per quaranta.…

leggi tutto..

Ristorante “Il Fiordo” Strada Torino 29 – Moncalieri (TO)

Ottima posizione per chi vuole visitare Torino con bella vista sul Po ancora bambino e facilità di parcheggio. E’ annesso all’Hotel La Darsena (buon rapporto qualità prezzo) con l’unico difetto il poco isolamento acustico delle camere. Il servizio è veloce e attento  ma l’offerta dei piatti è davvero scarsa  e  poco attinente con la cucina piemontese. Abbiamo consumato i raviolotti…

leggi tutto..

Osteria della Tensa Località Tensa – Domodossola (VB)

In un angolo di mondo, un antico borgo contadino ritrova vitalità e splendore in una magistrale ricostruzione, dove gli edifici in pietra e legno accolgono il turista in un abbraccio di calore. Ma su tutto il sorriso, l’affabilità e il piacere dell’incontro di Simonetta e Sabrina le locandiere (una in sala e l’altra in cucina). Non mi piace raccontare questo…

leggi tutto..